Come ripristinare file di Windows danneggiati

Come ripristinare file di Windows danneggiati

Come ripristinare file di Windows danneggiati:Può capitare che a seguito di un attacco di un virus, di un aggiornamento di Windows, di un software che ha modificato i file di sistema, il sistema operativo non funzioni più correttamente.

I problemi possono essere di diverso tipo, ad esempio rallentamenti, crash con schermata blu, chiusure improvvise di finestre ecc.

Prima di rassegnarsi e avviare la formattazione del disco, possiamo tentare il recupero dei file di sistema.

Infatti in molti casi questi problemi sono dati dai file di sistema corrotti, e semplicemente sostituendoli con quelli funzionanti potremo risolvere diversi problemi.

Come ripristinare file di Windows danneggiati

Vediamo quindi cosa fare per ripristinare i file danneggiati.

Il primo passaggio è verificare di avere i file di ripristino corretti (quindi che non siano danneggiati anche loro.

Per farlo avviamo il Prompt dei Comandi come Amministratore.

Nella barra di ricerca digitiamo “cmd” o “Prompt Dei Comandi” e sulla destra clicchiamo su Esegui come Amministratore.

Ora nel prompt dei comandi digitiamo questo comando:

DISM.exe /Online /Cleanup-image /CheckHealth

Questo comando serve a verificare che l’immagine di ripristino di sistema non sia danneggiata, è un controllo rapido che impiega pochi secondi, se invece vogliamo essere sicuri al 100% che sia funzionante eseguiamo questo comando

DISM.exe /Online /Cleanup-image /ScanHealth

Farà un controllo più approfondito e impiegherà alcuni minuti.

Se entrambi i comandi riportano che l’immagine non è danneggiata possiamo procedere al passaggio successivo, se invece dovessero indicare che anche l’immagine di recupero è danneggiata dovremo prima ripristinarla e per farlo digitiamo:

DISM.exe /Online /Cleanup-image /RestoreHealth

Alla fine del ripristino avremo l’immagine di recupero corretta e potremo utilizzarla per sostituire i file di Windows danneggiati.

Per farlo, sempre dal Prompt dei comandi digitiamo:

sfc /scannonw

Questo comando andrà a confrontare i file di sistema con quelli presenti nell’immagine di recupero, e quando vengono trovati file danneggiati, li sostituisce con quelli corretti e funzionanti.

Al termine della scansione basterà riavviare Windows e controllare se i problemi sono stati risolti.

Claudio Masci

Sono innanzitutto un appassionato di informatica e tecnologia in generale. Lavoro in ambito informatico da circa 16 anni, spaziando in diversi campi, andando dalla programmazione web, allo sviluppo di software, dalla grafica alla modellazione 3d ed al video editing, ho sempre voluto approfondire ogni aspetto e questo mi ha permesso di lavorare in diversi ambiti informatici.

Rispondi