3 Metodi per selezionare righe e colonne alternate su Excel

3 Metodi per selezionare righe e colonne alternate su Excel

3 Metodi per selezionare righe e colonne alternate su Excel: Se è vero che Excel permette di effettuare tantissime operazioni facilmente, è anche vero che non c’è un metodo immediato per selezionare righe o colonne alternate.

Per questo motivo in questo articolo vedremo 3 metodi per selezionare una riga si ed una no (oppure una colonna si ed una no).

I metodi proposti sono appunto 3, ma funzionano in modo diverso tra loro, i primi 2 metodi non permettono una vera e propria selezione di righe e colonne, ma solamente una gestione diversa delle stesse.

Ad esempio possiamo evidenziare le righe o le colonne in modo alternato.

Il terzo metodo invece permette proprio la selezione alternata di righe e colonne, anche se è leggermente più macchinoso inizialmente.

3 Metodi per selezionare righe e colonne alternate su Excel

METODO 1 – CONVERTIRE CELLE IN TABELLA

Andando in ordine di facilità di utilizzo, partiamo con la conversione delle celle in tabella.

Questo metodo permette di creare una tabella all’interno di Excel.

Per farlo selezioniamo le celle che vogliamo convertire (ad esempio 30 righe e 10 colonne.

Andiamo quindi sulla scheda Inserisci e clicchiamo su Tabella.

Si aprirà un messaggio di conferma, clicchiamo su Ok.

Dopo la conferma, viene creata una tabella che comprende tutte le celle selezionate.

A questo puno possiamo evidenziare in modo alternato le righe o le colonne presenti in questa tabella.

Dopo aver cliccato su una cella qualsiasi della tabella, in alto spostiamoci sulla scheda Struttura tabella.

In Struttura Tabella ci interessano 3 voci:

  • Riga di intestazione
  • Righe alternate evidenziate
  • Colonne alternate evidenziate

La prima voce permette di aggiungere un’intestazione ad ogni colonna, mentre le altre 2 sono quelle che ci permettono di alternare il colore di sfondo di righe e colonne.

METODO 2 – LA FORMATTAZIONE CONDIZIONALE

Questo secondo metodo prevede l’utilizzo di una formula, ed è leggermente più complesso del primo metodo, ma permette anche maggiore personalizzazione.

Ancora una volta selezioniamo tutte le celle che ci interessa modificare.

Dalla scheda Home clicchiamo su Formattazione Condizionale e poi su Nuova Regola.

Dall’elenco delle voci selezioniamo Utilizza una formula per determinare le celle da formattare.

Prima di inserire la formula, clicchiamo sul tasto Formato e scegliamo le regole da applicare.

Ad esempio possiamo andare su Riempimento ed impostare un colore di sfondo Verde.

Dopo aver scelto tutte le regole (che comunque possiamo modificare anche in seguito, clicchiamo su Ok per tornare alla schermata in cui inserire la formula.

Per la formula abbiamo 4 scelte:

  • =RESTO(RIF.RIGA();2)=0
  • =RESTO(RIF.RIGA();2)=1
  • =RESTO(RIF.COLONNA();2)=0
  • =RESTO(RIF.COLONNA();2)=1

La prima formula permette di applicare la formattazione condizionale a tutte le righe pari, la seconda a tutte le righe dispari.

La terza formula invece permette di applicare la formattazione a tutte le colonne pari e l’ultima a quelle dispari.

METODO 3 – LE MACRO

Questo metodo è il più articolato inizialmente, perchè prevede più passaggi, ma poi ci permetterà di eseguire la selezione cliccando un solo tasto.

Inoltre tra tutti e 3 è l’unico metodo che ci permette di selezionare davvero le righe e non di applicare automaticamente uno stile.

Prima di procedere con questo metodo è importante scaricare il seto di macro create da me:

Consiglio inoltre di seguire il video a partire dal minuto 6:26 per una spiegazione più dettagliata e per vedere il tutorial completo della procedura.

L’aggiunta di queste macro permette di aggiungere dei tasti per selezionare automaticamente:

  • 10 righe pari o dispari
  • 10 colonne pari o dispari
  • 20 righe pari o dispari
  • 20 colonne pari o dispari
  • 50 righe pari o dispari
  • 50 colonne pari o dispari

Vediamo ora come caricare le macro:

  • Andare sulla scheda Sviluppo
  • Cliccare sul tasto Registra Macro nel gruppo Codice
  • Nel campo “Memorizza Macro in” selezionare “Cartella macro personale” (questo passaggio è fondamentale per avere le macro disponibili in ogni foglio di lavoro di Excel)
  • Cliccare su Interrompi registrazione macro (questo passaggio serve per creare la cartella macro personale nel caso in cui non fosse mai stata utilizzata)
  • Clicchiamo su Visual Basic
  • Sulla sinistra dovremmo avere 2 progetti, quello che ci interessa si chiama VBAPRoject (PERSONAL.XLSB)
  • Selezioniamo questo progetto e poi clicchiamoci con il tasto destro, quindi clicchiamo su Importa file
  • Andiamo ora ad importare il file che vi ho fatto scaricare prima (che è in formato zip quindi va prima estratto)
  • Dopo aver importato il file, assicuriamoci che il progetto selezionato sia sempre PERSONAL.XLSB quindi andiamo sul menù File e clicchiamo su Salva PERSONAL.XLSB

La prima parte del lavoro è fatta, le macro sono state importate correttamente, e se clicchiamo sul tasto Macro troviamo l’elenco.

Ci basterà fare doppio click su una di queste per eseguirla.

Nel video mostro anche come aggiungere i collegamenti alla barra multifunzione presente in alto, in questo modo sarà più semplice eseguire le operazioni senza dover andare ogni volta sul tasto Macro.

Seguendo il video tutorial sarà possibile avere un risultato simile a questo:

Claudio Masci

Sono innanzitutto un appassionato di informatica e tecnologia in generale. Lavoro in ambito informatico da circa 16 anni, spaziando in diversi campi, andando dalla programmazione web, allo sviluppo di software, dalla grafica alla modellazione 3d ed al video editing, ho sempre voluto approfondire ogni aspetto e questo mi ha permesso di lavorare in diversi ambiti informatici.