Come attivare DNS over HTTPS su Google Chrome, Microsoft Edge e simili

Come attivare DNS over HTTPS su Google Chrome, Microsoft Edge e simili

Come attivare DNS over HTTPS su Google Chrome, Microsoft Edge e simili

Come attivare DNS over HTTPS su Google Chrome, Microsoft Edge e simili: Il protocollo DNS over HTTPS permette di risolvere in nome di un dominio effettuando una richiesta criptata via HTTPS, invee che tramite una richiesta in chiaro.

Questo protocollo, rende più sicura la navigazione, perchè protegge maggiormente la nostra privacy.

Per maggiori informazioni sul protocollo DNS over HTTPS, puoi leggere questo articolo di Wikipedia o la guida scritta da Mozilla.

Come ho scritto in un precedente articolo, Mozilla sta già testando DNS over HTTPS negli Stati Uniti attivandolo di default.

Nel resto del mondo non è attivo, ma attivabile dalle impostazioni.

Google è leggermente indietro rispetto a Mozilla, ma comunque sta testando l’utilizzo del protocollo ma a livello sperimentale.

Dovrebbe essere ufficialmente aggiunto nelle impostazioni di Chrome a partire dalla versione 81.

Anche se ufficialmente ancora non è supportato, è possibile comunque attivarlo molto facilmente sia su Google Chrome che sui browser basati su Chromium (come ad esempio il nuovo Microsoft Edge o Vivaldi).

Come attivare DNS over HTTPS su Google Chrome

Vediamo come attivare il protocollo da Google Chrome.

Portiamoci nella barra degli indirizzi e digitiamo:

chrome://flags

Su Edge diventerà “edge://flags” mentre su Vivaldi “vivaldi://flags”.

Da qui nel campo di ricerca digitiamo DNS.

Ci verranno mostrate due opzioni, quella che ci interessa è: Secure DNS lookups.

Di fianco a questa funzione troviamo la voce Default, facciamo click e cambiamola in Enabled.

Ora riavviamo il browser e il protocollo DNS over HTTPS sarà attivo.

Per controllare che sia attivo possiamo collegarci a questo indirizzo.

Come risultato dovremmo avere i primi tre elementi che superano il test e l’ultimo invece no.

Non c’è da preoccuparsi perchè è una funzione ancora in fase di definizione.

Su Chrome infatti non è possibile attivare l’SNI criptato, su Firefox è possibile farlo ma crea problemi con alcuni siti web che non caricano correttamente foto e file javascript e css.

Assicuriamoci quindi solamente che i primi 3 controlli siano positivi.

Claudio Masci
Claudio Masci

Sono innanzitutto un appassionato di informatica e tecnologia in generale. Lavoro in ambito informatico da circa 16 anni, spaziando in diversi campi, andando dalla programmazione web, allo sviluppo di software, dalla grafica alla modellazione 3d ed al video editing, ho sempre voluto approfondire ogni aspetto e questo mi ha permesso di lavorare in diversi ambiti informatici.

Rispondi