Come Installare Windows 11 su PC non supportati

Come Installare Windows 11 su PC non supportati

Come Installare Windows 11 su PC non supportati: Windows 11 è finalmente arrivato, ma purtroppo non sarà compatibile con tutti i PC.

Infatti Microsoft ha deciso di limitare l’installazione del suo nuovo sistema operativo, aggiungendo dei requisiti hardware che di fatto escludono molti PC meno recenti.

Fortunatamente però ha anche lasciato aperta la possibilità, con alcune modifiche, di saltare le verifiche dei requisiti, e quindi di installare il sistema operativo anche su PC che ufficialmente non sono supportati.

Prima di proseguire con il tutorial è importante precisare, che Microsoft ha dichiarato che i PC aggiornati forzatamente che dovessero presentare problemi non riceveranno il supporto dalla sua assistenza.

Inoltre potrebbero esserci incompatibilità hardware, e potrebbero non ricevere aggiornamenti di sistema.

Va anche detto che però sono stati rilasciati già i primi aggiornamenti di Windows 11, ed è stato possibile scaricarli anche dalle versioni installate su PC non supportati.

Quindi per il momento gli aggiornamenti funzionano.

Come Installare Windows 11 su PC non supportati

Vediamo quindi come fare per installare Windows 11 su un PC non supportato.

Per cominciare dobbiamo scaricare l’immagine ISO di Windows 11 dal sito Microsoft.

Ho spiegato in un precedente articolo come scaricare l’ISO di Windows 11.

La ISO può essere masterizzata su DVD o estratta su supporto USB.

Per la creazione di un supporto USB è possibile anche usare Rufus.

Avviamo quindi il PC con il DVD inserito (o con il dispositivo USB) e quando ci viene chiesto premiamo un tasto per avviare il DVD.

Avviamo quindi l’installazione di Windows 11, fino a quando riceveremo il messaggio che ci dice che il PC non è compatibile.

A questo punto premiamo i tasti MAIUSC + F10 (se non funzionano premere MAIUSC + FN + F10).

Si aprirà il prompt dei comandi.

Digitiamo regedit e premiamo invio.

Modificare il registro di sistema

Dall’editor del registro di sistema dovremo inserire alcune voci.

Facciamo doppio click su HKEY_LOCAL_MACHINE.

Facciamo quindi doppio click su SYSTEM.

Poi ancora una volta su Setup.

Ora clicchiamo con il tasto destro sulla voce Setup e clicchiamo su Nuovo e poi su Chiave.

Assegniamo il nome LabConfig alla nuova chiave.

Facciamo click con il tasto destro sulla chiave LabConfig e clicchiamo su Nuovo e poi su Valore DWORD (32 bit).

Qui dovremo inserire diversi valori (nella maggior parte dei casi bastano solo i primi 2).

I valori da inserire sono:

  • BypassTPMCheck
  • BypassSecureBootCheck
  • BypassCPUCheck
  • BypassStorageCheck
  • BypassRAMCheck

Dopo averli inseriti, facciamo doppio click su ognuno di essi e cambiamo il valore da 0 ad 1.

Ora che abbiamo inserito i valori possiamo chiudere l’editor del registro, chiudiamo anche il prompt dei comandi.

Ritornati al messaggio che ci avvisa che il PC non è supportato, clicchiamo sulla freccia per tornare alla schermata precedente.

Tornati alla schermata precedente, clicchiamo nuovamente su Avanti.

Questa volta non vedremo più il messaggio di errore, ma il contratto di licenza da accettare per proseguire con l’installazione.

È sicuro forzare l’installazione di Windows 11?

Attualmente non ci sono effetti negativi noti nel forzare l’installazione di Windows 11.

In futuro Microsoft potrebbe decidere di bloccare gli aggiornamenti per tutte le versioni di Windows 11 che non rispettano i requisiti.

Video

Nel video è possibile vedere tutti i passaggi necessari per installare Windows 11 su PC non supportati, ed anche come configurare il sistema operativo ed utilizzarlo senza account Microsoft.

Claudio Masci

Sono innanzitutto un appassionato di informatica e tecnologia in generale. Lavoro in ambito informatico da circa 16 anni, spaziando in diversi campi, andando dalla programmazione web, allo sviluppo di software, dalla grafica alla modellazione 3d ed al video editing, ho sempre voluto approfondire ogni aspetto e questo mi ha permesso di lavorare in diversi ambiti informatici.

Rispondi