Come trasformare un lettore ottico da interno ad esterno

Come trasformare un lettore ottico da interno ad esterno

Come trasformare un lettore ottico da interno ad esterno: Utilizzare un lettore ottico interno con cavo USB.

Tempo di lettura stimato: 3 minuti

Come trasformare un lettore ottico da interno ad esterno

I case moderni stanno abbandonando gli alloggiamenti esterni, quindi quando si cambia il proprio PC quasi sicuramente si dovrà abbandonare il proprio lettore CD/DVD/Bluray interno.

Si trovano ancora in commercio dei case con la possibilità di avere dei lettori ottici interni, come ad esempio il Silencio S600 di Cooler Master.

Per il resto la maggior parte dei case ormai ha abbandonato gli alloggiamenti per hard disk e lettori ottici frontali per fare spazio alle ventole.

Per questo motivo può essere utile riadattare il proprio lettore interno per l’utilizzo tramite porta USB esterna.

Infatti qualsiasi lettore interno (quindi lettore CD, lettore DVD, masterizzatore CD, masterizzatore DVD, lettore BluRay o masterizzatore Bluray) può essere utilizzato con cavo USB.

Come collegare il lettore ottico interno alla porta USB del PC

Per collegare il lettore ottico del PC alla porta USB del PC basta un semplice cavo da SATA ad USB.

Un ottimo adattatore da SATA ad USB è quello della UGREEN (troverete i link a fine articolo).

Tutti gli adattatori da SATA a USB per HDD e SSD possono potenzialmente far funzionare anche i lettori ottici, ma la potenza del solo cavo USB non basta ad alimentare il lettore.

Per questo motivo è necessario prendere un adattatore che abbia anche la possibilità di utilizzare un alimentatore esterno.

L’adattatore della UGREEN permette di utilizzare alimentatori da 12v 2a (o 24W).

È possibile quindi abbinare all’adattatore un alimentatore per far avviare il lettore ottico oppure cercare un adattatore con alimentatore incluso.

Basterà quindi collegare l’alimentatore all’adattatore, quindi l’adattatore al lettore e alla fine il cavo USB al PC.

Consigli utili

La rotazione del disco all’interno del lettore crea una vibrazione, se il lettore è poggiato su un piano questa vibrazione può diventare rumorosa ed essere trasmessa nuovamente al lettore.

Le vibrazioni potrebbero portare ad errori di lettura o peggio errori di scrittura in caso di masterizzazione.

Per questo motivo potrebbe essere utile utilizzare un case esterno (attualmente se ne trovano pochi, grandi ed esteticamente orrendi) oppure dei cuscinetti antivibrazione da applicare sotto il lettore.

Altri link utili:

Video

Nel video troverete il tutorial completo su come collegare un lettore dvd (lettore cd, o lettore blu-ray) interno alla porta USB del PC.

4 commenti

Tore Marongiu Pubblicato il19:25 - 3 Febbraio 2023

Io ho un masterizzatore, smontato da un netbook, che ha l’attacco (mi hanno detto) PATA/IDE. Esiste un modo per collegarlo come esterno?

    Claudio Masci Pubblicato il19:35 - 3 Febbraio 2023

    Ciao, se è preso da un netbook dovrebbe essere IDE da 2.5″ e dovrebbe richiedere poca corrente, quindi potrebbe funzionare benissimo questo modello:
    https://amzn.to/3JEzZUf
    Purtroppo su Amazon non sono indicati i volt e gli ampere di funzionamento, che in genere comunque per questi adattatori usb sono 12v e 2a, controlla sull’etichetta del masterizzatore, se c’è scritto 12v e 2a questo modello dovrebbe funzionare senza problemi, se i volt sono uguali e gli ampere sono più bassi ad esempio 1.2a o 1.5a va comunque benissimo.

claudio oltolini scalmani Pubblicato il9:52 - 25 Giugno 2024

ciao per quanto riguarda la vibrazione io ho un masterizzatore asus quando inizia la masterizzazione vibra me pochi minuti poi si calma mi piacerebbe capire il perche errori su disco non ne ho in caso ci fossero nero nella verifica dovrebbe trovarli giusto ? grazie

    Claudio Masci Pubblicato il15:00 - 25 Giugno 2024

    Ciao,
    Si se ci fossero errori durante la verifica Nero li troverebbe, ma in genere quando ci sono errori si interrompe la masterizzazione e il disco non viene masterizzato correttamente. Probabilmente il tuo masterizzatore e la superficie su cui lo tieni sono stabili e quindi anche se vibra all’inizio non crea problemi di posizionamento al laser interno che riesce a masterizzare senza problemi.
    Poi secondo me gli Asus sono in assoluto i migliori masterizzatori sia per qualità dei componenti sia per risultati di masterizzazione, quindi penso anche quello aiuti molto, forse altre marche avrebbero dato più problemi.

Scopri di più da ClaudioMasci

Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

Continue reading