Creiamo un clone del Blocco Note in C# – Lezione 6: Il Menù Modifica (Seconda Parte)

Creiamo un clone del Blocco Note in C# – Lezione 6: Il Menù Modifica (Seconda Parte)

Creiamo un clone del Blocco Note in C# – Lezione 6: Il Menù Modifica (Seconda Parte)

Sesta lezione della guida su come creare un clone del blocco note in C#.

In questa lezione andremo a creare una funzione di ricerca che permette di cercare e sostituire il testo all’interno del nostro documento.


Vedremo come creare una barra degli strumenti e come gestire la struttura di un Form, come inserire gli elementi all’interno della barra degli strumenti e come utilizzare la funzione Find della RichTextBox.

ToolStrip

Lo strumento scelto per creare la funzione ricerca per il nostro blocco note è la ToolStrip, che altro non è che l’equivalente della barra degli strumenti.

Nel corso della lezione andremo ad aggiungere la toolstrip, andando a visionare e modificare la struttura del documento, per cambiare l’ordine di priorità degli elementi presenti nel form, questo per evitare che la Toolstrip si sovrapponga alla Richtextbox.

Utilizzeremo l’attributo .Visible per poter nascondere e mostrare la Toolstrip al click del mouse sulla relativa voce di menù o alla pressione della combinazione di tasti da tastiera.

.Find

Per poter trovare il testo all’interno del documento utilizzeremo la funzione .Find presente nella RichTextBox, quindi non dovremo scrivere funzioni personalizzate per farlo.

Sostituire Testo

A differenza della ricerca, che possiamo effettuare con la funzione .find, per la sostituzione del testo non è presente nessuna funzione già scritta, quindi dovremo andare ad implementarla noi.

Come spesso accade con la programmazione, non c’è un unico modo per farlo, ma sta al programmatore trovare il metodo che si adatta al suo stile di programmazione per raggiungere il risultato, quindi quello che vedremo in questa guida è solo uno dei metodi possibili per sostituire il testo in una RichTextBox.

Per farlo suddivideremo il contenuto del documento in 3 stringhe separate, utilizzando la funzione Substring.

Le 3 stringhe conterranno rispettivamente:

  • Il testo prima della parola da sostituire
  • La parola da sostituire
  • Il testo successivo alla parola

Conclusioni

Il video è stato più lungo di quanto mi aspettassi inizialmente, quindi sono rimaste in sospeso alcune cose che approfondiremo nel prossimo video.

Claudio Masci
Claudio Masci

Sono innanzitutto un appassionato di informatica e tecnologia in generale. Lavoro in ambito informatico da circa 16 anni, spaziando in diversi campi, andando dalla programmazione web, allo sviluppo di software, dalla grafica alla modellazione 3d ed al video editing, ho sempre voluto approfondire ogni aspetto e questo mi ha permesso di lavorare in diversi ambiti informatici.

Lascia un commento

X
Mostra
facebook
twitter
youtube
reddit
follow us in feedly
Flipboard