Come collegare gratuitamente il proprio sito a Cloudflare

Come collegare gratuitamente il proprio sito a Cloudflare

Come collegare gratuitamente il proprio sito a Cloudflare

Come collegare gratuitamente il proprio sito a Cloudflare: In questo articolo vedremo come installare Cloudflare sul proprio sito web per migliorarne la protezione, le performance e la gestione della cache.

Cloudflare permette di proteggere il proprio sito web, ponendosi a metà strada tra chi si collega ed il proprio sito web.

In questo modo, qualsiasi tentativo di danneggiare il proprio sito web, dovrà prima superare le difese di Cloudflare e poi quelle del sito web.

In questo modo si avrà un’ulteriore arma contro eventuali attacchi di tipo DDoS.

Il primo passo da compiere è ovviamente quello di registrarsi su Cloudflare, per farlo basterà cliccare qui.

Dopo esserci registrati dovremo inserire il link al nostro sito web, ad esempio claudiomasci.com

A questo punto Cloudflare andrà ad analizzare il sito generando quindi due record DNS da utilizzare per filtrare il traffico.

Il passo successivo è quello di andare nel pannello di controllo del proprio hosting, e modificare i record DNS per far passare il traffico tramite Cloudflare.

Nel video potete vedere come farlo per Aruba (dal minuto 5.18) e Netsons (dal minuto 21.04).

Inoltre vedremo anche come disattivare la copia Cache del sito web gestita da Cloudflare.

Si può voler disattivare la gestione della cache per diversi motivi:

  • Ho già un plugin che gestisce la cache
  • il mio provider gestisce la cache del mio sito
  • non voglio che venga generata la copia cache delle pagine

Disattivare la gestione della cache da parte di Cloudflare

Per disattivare la cache, clicchiamo su Page Rules.

Qui clicchiamo su Create Page Rule per creare una nuova regola.

Nella nuova regola inseriamo in alto l’indirizzo del sito seguito da /*

Ad esempio www.claudiomasci.com/*

In questo modo indico che questa regola deve essere applicata a tutte le pagine.

Poi in basso selezionare dal menù a tendina la voce Cache Level.

Nel nuovo menù selezionare Bypass.

Poi clicchiamo su Save & Deploy.

Da questo momento Cloudflare non genererà più una copia cache delle pagine, se vogliamo farla generare nuovamente ci basterà cliccare sul tasto verde con scritto ON, verrà disattivata le regola e la cache gestita nuovamente.

Come collegare gratuitamente il proprio sito a Cloudflare

Dopo aver collegato il proprio sito a Cloudflare, potrebbe essere necessaria qualche ora perché il servizio diventi attivo.

Generalmente viene attivato entro 10/15 minuti, ma alcuni provider impiegano fino a 24 ore per attivarlo.

Quando il servizio sarà attivo riceverete un’email che dovrete confermare per attivare l’account sul sito di Cloudflare.

Per un tutorial completo vi invito a seguire il video.

Claudio Masci
Claudio Masci

Sono innanzitutto un appassionato di informatica e tecnologia in generale. Lavoro in ambito informatico da circa 16 anni, spaziando in diversi campi, andando dalla programmazione web, allo sviluppo di software, dalla grafica alla modellazione 3d ed al video editing, ho sempre voluto approfondire ogni aspetto e questo mi ha permesso di lavorare in diversi ambiti informatici.

Rispondi