Come controllare che un sito sia sicuro prima di fare acquisti online

Come controllare che un sito sia sicuro prima di fare acquisti online

Come controllare che un sito sia sicuro prima di fare acquisti online

Come controllare che un sito sia sicuro prima di fare acquisti online: Ogni giorno nascono migliaia di nuovi siti web, tra i quali anche molti siti di eCommerce, ma quanti di questi sono davvero sicuri?

Con i problemi attuali, e la difficoltà nel riuscire a fare la spesa online, stanno nascendo tantissimi siti di eCommerce che permettono di fare la spesa online, molti dei quali non collegati effettivamente ad un supermercato reale, ma sono sicuri oppure no?

Molti dei nuovi siti non rispettano le leggi che regolamentano il commercio elettronico, rendendo quindi difficile capire se siano delle vere e proprie truffe oppure se i proprietari non siano informati sulle leggi.

Vediamo comunque quali aspetti analizzare prima di effettuare un acquisto online su un sito sconosciuto.

Come verificare che un sito non sia una truffa

Utilizzo del protocollo HTTPS

Questo punto non garantisce che un sito non sia una truffa, ma ci garantisce maggiore sicurezza perché i pagamenti verrebbero fatti in maniera criptata, mentre sui siti con protocollo HTTP i pagamenti sono fatti in chiaro e le nostre informazioni sarebbero facilmente intercettabili e leggibili.

Per verificare che un sito web usi il protocollo HTTPS e non HTTP basta guardare il percorso in alto se inizia con https://www.ecc allora usa il protocollo sicuro, se invece inizia con http://www.ecc allora il protocollo non è sicuro. (Con Google Chrome per vedere il protocollo usato si deve fare doppio click con il mouse sull’indirizzo della pagina)

Si può verificare anche dal lucchetto presente prima dell’indirizzo, se è chiuso il protocollo è https, se è aperto è http.

Verifica del Certificato

Ogni sito web ha un certificato, che attesta la proprietà di quel sito, il certificato viene rinnovato ogni anno, e se dovesse risultare scaduto probabilmente il sito non è affidabile.

Per verificare il certificato, fare click sul lucchetto prima dell’indirizzo del sito web.

Da Google Chrome (e simili) cliccare su Certificato, poi su Dettagli.

Da qui analizziamo 2 campi:

  • Valido fino a (che indica quando scadrà il certificato)
  • Soggetto (con il nome dell’intestatario del certificato)

Da Firefox, clicchiamo sul lucchetto di fianco all’indirizzo del sito, poi sulla freccia di fianco a Connessione sicura quindi sul tasto Ulteriori informazioni.

Da qui clicchiamo su Visualizza Certificato nella scheda Sicurezza.

I campi da controllare sono:

  • Nome Soggetto (con il nome dell’intestatario)
  • Validità: Non dopo (che indica la scadenza del certificato)

Informazioni obbligatorie per legge

Altro punto importantissimo da controllare sono le informazioni obbligatorie per legge.

Infatti i proprietari di un eCommerce sono tenuti a fornire ai visitatori alcune informazioni, la totale assenza di queste informazioni è sicuramente un segno che il sito web potrebbe non essere sicuro.

Dal sito della camera dei deputati, si può leggere la legge che regolamenta i siti di eCommerce (Decreto Legislativo 9 aprile 2003, n. 70), che al punto 7, tra le varie informazioni dice che è obbligatorio inserire su un sito di eCommerce:

  • Nome, Denominazione o Ragione Sociale
  • Domicilio o sede legale
  • Un contatto (email o telefono)
  • Numero di iscrizione REA o Registro delle Imprese
  • Partita IVA

Per leggere l’intero decreto cliccare qui.

Queste informazioni generalmente vengono inserite alla fine di ogni pagina, ma alcuni siti potrebbero decidere di metterle nella pagina Chi siamo o Contattaci.

La totale assenza di queste informazioni è indice che il sito non sta rispettando le regole obbligatorie per un sito di vendita online, e per sicurezza è meglio non acquistare da quel sito.

Se notate un sito che non ha inserito questi dati, ma volete fare acquisti, prima di farlo contattate il proprietario, e chiedetegli di pubblicare queste informazioni.

È un vostro diritto chiederlo, ed è un suo obbligo pubblicarle, ci sono anche sanzioni pesanti per i siti che non lo fanno.

Se queste informazioni sono presenti, è possibile verificare che siano valide dal sito dell’Agenzia delle Entrate, basta copiare la partita IVA dal sito ed incollarla sul sito dell’Agenzia delle Entrate e sapremo se è ancora valida e a chi è intestata.

Come controllare che un sito sia sicuro prima di fare acquisti online

Queste sono semplici regole, che non garantiscono al 100% che il sito dal quale stiamo acquistando non sia una truffa, ad esempio potrebbe essere un sito regolarmente registrato che invia prodotti scadenti.

Sicuramente però facendo questi controlli, correremo meno rischi, ed eviteremo siti web creati da pochi giorni, solo per truffare più persone possibile e poi sparire nel nulla.

Ecco invece alcuni siti sicuri su cui fare la spesa online.

Claudio Masci
Claudio Masci

Sono innanzitutto un appassionato di informatica e tecnologia in generale. Lavoro in ambito informatico da circa 16 anni, spaziando in diversi campi, andando dalla programmazione web, allo sviluppo di software, dalla grafica alla modellazione 3d ed al video editing, ho sempre voluto approfondire ogni aspetto e questo mi ha permesso di lavorare in diversi ambiti informatici.

Rispondi