Le migliori app per studiare e per la scuola

Le migliori app per studiare e per la scuola

Le migliori app per studiare e per la scuola

Le migliori app per studiare e per la scuola: Con la maggior parte degli studenti rientrati a scuola da poco, ed altri che lo faranno a breve riparte il nuovo anno scolastico.

Nonostante le varie difficoltà di quest’anno dovute all’emergenza COVID il nuovo anno scolastico è ricominciato (anche se con molte attenzioni e con alcune modifiche rispetto agli anni precedenti.

Con la riapertura delle scuole riprendono anche gli studi, e in questo articolo vedremo alcune delle app più utili o che in qualche modo possono aiutarci ad organizzare meglio il nostro tempo di studio.

Come sempre ci sono app di diverso genere ma tutte con una cosa in comune, lo studio.

In questa serie di articoli (“le migliori app per…”) consiglio sempre app disponibili sia per Android che per iOS, o quando non disponibili, le migliori alternative ad esse.

Le app sono scelte per le funzionalità che offrono, poi valuto la presenza della lingua italiana, la data dell’ultimo aggiornamento, i voti positivi ricevuti sugli store ed il prezzo (preferendo sempre app gratuite).

Le migliori app per studiare e per la scuola

Vediamo quindi quali sono le migliori app disponibili per Android ed iOS che ci permettono di affrontare meglio le ore di studio.

Reperire informazioni su diversi argomenti

Si è vero ci sono i motori di ricerca per questo, ma in genere quando si cercano informazioni su qualche argomento scolastico, il primo (o uno dei primi) risultato è sempre lo stesso: Wikipedia.

Quindi perchè non installare direttamente l’app e cercare direttamente dalla maggiore fonte di informazioni mondiale?

Prendere appunti, scansionare documenti e creare promemoria

3 app diverse ma unite da un elemento comune: sono tutte sviluppate da Microsoft.

Infatti se il sistema operativo per smartphone di Microsoft (Windows Phone) è stato un flop, lo stesso non si può dire delle sue app.

Sicuramente non c’è bisogno di parlare di Office essendo conosciuta ed utilizzata da milioni di persone.

Andiamo quindi a vedere 3 app un po’ meno conosciute ma davvero molto utili.

La prima è OneNote, una delle migliori app per prendere appunti, permette di inserire tantissimi elementi nei propri appunti, di scriverli con la tastiera, a mano libera o con una penna.

La seconda app è Office Lens, la sua funzione principale è quella di scattare una foto ad un documento e di convertirlo automaticamente in digitale.

Quindi fotografando un foglio ne avremo la sua versione in PDF.

In alcuni casi i risultati potrebbero essere non molto precisi (parole non riconosciute, sfondo non eliminato correttamente o altri problemi) ma nella maggior parte dei casi si ottengono dei risultati di alto livello.

Ultima app è To Do che permette di creare liste e promemoria.

Dizionari con definizioni e sinonimi

Molto utile avere un dizionario italiano sempre a portata di mano sia per imparare sia per fugare eventuali dubbi sulla corretta definizione di una parola.

Per chi studia lingue inoltre può essere utile avere anche un dizionario per la lingua studiata.

Traduttore automatico

Molto utile anche avere un traduttore per tradurre rapidamente una parola o una frase da una lingua ad un’altra.

Nonostante con il tempo i traduttori siano sempre più precisi, ancora non sono infallibili e molte traduzioni potrebbero non avere senso.

Usarli quindi per tradurre il significato di una parola piuttosto che di un’intera frase, o come aiuto per capire il significato ma poi riadattare la traduzione.

Salvare gli appunti e i file nel cloud e condividerli con amici e compagni di classe

Anche quando si parla di cloud le alternative sono tante (iCloud,OneDrive, Dropbox ecc.) ma ancora una volta una delle scelte migliori resta Google, infatti Google Drive è uno dei migliori servizi cloud gratuiti.

Permette di salvare tanti file nel cloud, di creare cartelle, di condividere file e cartelle con chiunque e di dare permesse anche ad altri per modificarli.

Utilissimo per lavori di gruppo o per condividere appunti e lavori.

Mappe mentali e mappe concettuali

Quando si studia un metodo utile per collegare tra loro diversi argomenti e per ricordarli meglio può essere quello di creare delle mappe concettuali.

Ci sono molte app anche per fare ciò, alcune anche più conosciute di quella che sto per consigliare, ma credo che questa sia una delle migliori.

Calcolatrice alternativa

Anticipo subito che questa app è a pagamento (costa circa 3€), permette di scrivere manualmente una formula e di ottenerne quindi il risultato.

la comodità è che quindi riconosce la scrittura così com’è scritta e non va riadattata per farla riconoscere dalla calcolatrice.

Programmare ed organizzare orari delle lezioni e tempi di studio

Per questa categoria ho scelto 3 app, tutte permettono di inserire gli orari delle lezioni, di programmarsi gli orari di studio ed organizzare al meglio quindi il proprio tempo.

Le funzionalità di queste 3 app sono molto simili quindi la scelta è più in base ai propri gusti personali.

Gestire meglio i tempi di studio e di pausa

Uno dei maggiori problemi quando si studia è resistere alla tentazione di prendere il cellulare, di guardare i social, di scambiare messaggi, o in genere di farsi distrarre da altro.

Questo problema è comune anche quando si lavora, per questo motivo c’è una tecnica (inventata da un italiano) utilizzata in tutto il mondo che permette di focalizzarsi sullo studio senza distrarsi.

Si chiama tecnica del pomodoro (per i vecchi timer da cucina che avevano la forma di pomodori).

Questa tecnica è molto semplice, prevede sessioni di studio (o di lavoro) intervallate da brevi pause.

Quindi invece di pensare ad esempio a 4 ore di studio, pensiamo a tante sessioni di studio da 20 o 25 minuti.

Quindi per 20 minuti si tiene il telefono o qualsiasi altra distrazione lontana, poi si fa una pausa di 5 minuti e poi si riprende.

Inizialmente richiede un certo sforzo non distrarsi, ma poi verrà più naturale.

Ci sono diverse app che aiutano in questo, avvisandoci quando il tempo è finito e possiamo fare una pausa.

Registrare lezione e trascrivere dettatura

Questa è una delle app più utili, infatti permette di registrare un audio della lezione, e di scegliere se poi salvarlo in mp3 o di creare una trascrizione (converte quindi l’audio in testo) e salvarla in formato txt.

Permette anche di salvare in PDF, Docx o srt ma solo a pagamento (circa 8€ al mese).

Altra limitazione della versione gratuita è che permette di trascrivere un massimo di 3000 minuti al mese (50 ore).

Per una descrizione dettagliata di tutte le app è possibile guardare il video presente qui sotto.

Claudio Masci
Claudio Masci

Sono innanzitutto un appassionato di informatica e tecnologia in generale. Lavoro in ambito informatico da circa 16 anni, spaziando in diversi campi, andando dalla programmazione web, allo sviluppo di software, dalla grafica alla modellazione 3d ed al video editing, ho sempre voluto approfondire ogni aspetto e questo mi ha permesso di lavorare in diversi ambiti informatici.

Rispondi